Attività di terza missione

 

Anche gli animali si distanziano - Il Bo Live (Università di Padova) Intervista il Prof. Donato Grasso

Quadro
Public Engagement
Categoria
Intervista
Data
Lunedì 5 aprile 2021
Partecipanti
Descrizione

Articolo - Intervista (articolo web e video) sul Bo Live dell'Università di Padova

Articolo https://ilbolive.unipd.it/it/news/anche-animali-si-distanziano

Video YouTube: https://scvsa-servizi.campusnet.unipr.it/do/pubeng.pl/Add

Il comportamento sociale prevede che ci siano interazioni privilegiate all'interno del mondo animale che portano all'aumento della possibilità di infettarsi: vivere nello stesso luogo e avere dei legami sociali può portare a conseguenze di questo tipo, e per evitarle si mettono in campo armi come il distanziamento sociale (gli esempi, come abbiamo visto, sono molteplici), una strategia comportamentale che limita la diffusione di malattie e parassiti. Modifica il network delle relazioni sociali in vari modi: c'è l'auto isolamento, l'isolamento passivo, il disinteresse sociale e a volte addirittura l'aggressività e l'eliminazione fisica del malato.

Ma come fanno gli animali a capire se un conspecifico è ammalato e soprattutto se la malattia è contagiosa? Ci sono varie opzioni, che vanno dall'osservazione del colorito della pelle e degli occhi alla ricezione di segnali di tipo chimico olfattivo, visivo o anche acustico (per esempio un particolare canto negli uccelli).

Il distanziamento sociale porta con sé vantaggi e svantaggi in ottica evolutiva, e per approfondire la questione abbiamo intervistato Marco Ferrari, giornalista scientifico e autore del libro L'evoluzione è ovunque e Donato Grasso, professore di Etoecologia e sociobiologia all'Università di Parma e autore de Il formicaio intelligente.

Impatto
Nazionale (1 sito web, 1 canale YouTube, 1 pagina facebook)
Ultimo aggiornamento: 12/04/2021 17:33
Campusnet SCVSA   |   Versione Mobile
Non cliccare qui!