Attività di terza missione

 

La Scienza dei Supereroi. IRON MAN e la scienza dei materiali (Notte dei Ricercatori 2019)

Quadro
Public Engagement
Categoria
Incontro pubblico
Data
Venerdì 27 settembre 2019
Partecipanti
Descrizione

Attività proposte:

1) Ferro e magnetismo: giochi e dimostrazioni sul magnetismo

2) Leghe metalliche e materiali compositi: esperimenti con graffette e molle in Ninitol, lega ad effetto memoria

3) Leghe metalliche: trasformazione di monetine ramate da 1, 2, e 5 cent in monetine argentate, mediante ricopertura in zinco, e successivamente dorate con la formazione di ottone

La scienza dei materiali è un campo di ricerca interdisciplinare (vengono coinvolte chimica, fisica e ingegneria) che si occupa di caratterizzare e studiare le proprietà di varie sostanze, e di progettarne di nuove, per il loro utilizzo in applicazioni specifiche. Prendendo spunto dall’armatura di Iron Man e dai poteri di Magneto in questo laboratorio didattico verranno spiegate le principali proprietà dei materiali ferrosi, delle leghe metalliche e dei materiali compositi.

Le attività proposte sono:

TAVOLO 1- FERRO E MAGNETISMO. Giochi e dimostrazioni sul magnetismo. Esperimenti utilizzando magneti che fanno muovere della limatura di ferro su una lastra di plexiglas o dello “slime” magnetici. Estrazione del ferro dai cereali per la colazione. Frutta che si muove grazie al campo magnetico. Esperimento con il sangue finto a base di composti di ferro.

TAVOLO 2- LEGHE METALLICHE E MATERIALI COMPOSITI. Esperimenti con graffette e molle di ninitol, una lega ad effetto memoria che si deforma e ritorna nella posizione iniziale grazie alla temperatura. Circuiti di grafite (disegnati a matita dai bambini) che mostrano le proprietà conduttrici di questo materiale facendo accendere dei piccoli LED.

TAVOLO 3 – LEGHE METALLICHE. Esperimento di trasformazione di monetine da 1, 2 o 5 cent che vengono ricoperte di zinco per renderle “argentate” e poi scaldate con un bruciatore da cucina in modo che si formi dell’ottone in situ e le renda “dorate”. Avremo delle monete iniziali, e poi chiederemo ai visitatori se vogliono avere una “argentatura” o “doratura” di una delle loro monete per ricordo.

Questo esperimento richiede un beaker con una minima quantità di soluzione caustica ed è stato eseguito dietro uno schermo di plexiglas trasparente. Una persona era dedicata esclusivamente a questo esperimento ed erano a disposizione occhiali da laboratorio da far indossare.

Impatto
500
Ultimo aggiornamento: 20/01/2020 11:57
Campusnet SCVSA   |   Versione Mobile
Non cliccare qui!